Hans J. Wegner

biography

 

 products

1
2


Figlio di un calzolaio, Hans Wegner nasce nel 1914 a Tønder, Danimarca, dove compie i suoi primi studi fino a conseguire l’attestato di “Cabinet Maker”.
Nel 1936 si sposta a Copenhagen dove frequenta la Facoltà d’Arte. Da architetto, lavora come assistente di Erik Møller e Arne Jacobsen, collaborando al progetto per il Municipio di Arhus, fino al 1943 quando apre il proprio studio, disegnando la prima China Chair. Nel 1950 la rivista Americana “Interiors” mette in copertina la Round Chair del 1949, definendola la sedia più bella al mondo, lanciando Hans Wegner nell’olimpo dei designer di fama internazionale. Questa sedia diviene talmente nota da meritare l’appellativo di “La sedia”; inoltre, a suggello della raggiunta notorietà, viene impiegata per far sedere i candidati nel primo dibattito televisivo per le presidenziali americane, tra Kennedy e Nixon, nel 1961.
In stretta collaborazione con il celebre produttore Johannes Hansen, Hans Wegner ha presentato, ininterrottamente per decine di anni, nuovi pezzi in occasione della fiera annuale del mobile di Copenhagen.
Tra le sedie più note, vanno annoverate la Peacock del 1947, che reinterpreta la classica poltrona Windsor, traendo ispirazione per lo schienale dalla disposizione delle piume del pavone, anche se non mancano citazioni meno esotiche e più tradizionali; infatti le stecche dello schienale richiamano esplicitamente i remi delle antiche imbarcazioni vichinghe.
Il “Valletto” del 1953 è un capolavoro di genialità creativa nonché di padronanza dell’arte dell’ebanisteria, in grado di provocare sensazioni tattili e visive paragonabili alla soddisfazione di tenere in mano uno Stradivari. Tra i suoi pezzi più celebri, vanno menzionate anche la OX Chair del 1962, una poltrona completamente imbottita caratterizzata da una connotazione particolarmente elitaria e la Circle Chair del 1986, una seduta in apparenza semplice, ma ricca di dettagli geniali e dotata di una bellezza assoluta.